fbpx

Yoga e adolescenza – Yoga Day 2024

In occasione della giornata mondiale dello yoga 𝟐𝟏 𝐠𝐢𝐮𝐠𝐧𝐨 𝟐𝟎𝟐𝟒

La Giornata internazionale dello yoga riconosce l’ineguagliabile potere dell’antica pratica di offrire guarigione, pace interiore e benessere fisico, spirituale e mentale.

Con radici in India, ma ora abbracciato in tutto il mondo da persone di ogni fede e cultura, lo yoga unisce le persone e il pianeta con i suoi valori di equilibrio, consapevolezza e pace.

𝐈𝐥 𝐭𝐞𝐦𝐚 𝐝𝐢 𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭’𝐚𝐧𝐧𝐨 – “𝐘𝐨𝐠𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐬𝐞́ 𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐬𝐨𝐜𝐢𝐞𝐭𝐚̀” – ci ricorda l’importante ruolo dello yoga nel migliorare la vita delle persone e della comunità in generale.

In occasione della giornata mondiale dello yoga 𝟐𝟏 𝐠𝐢𝐮𝐠𝐧𝐨 𝟐𝟎𝟐𝟒, raccogliendo l’appello ispiratore “yoga per sé e per la società”, abbiamo studiato, trattato e sperimentato, quale  funzione ha lo yoga nella crescita degli adolescenti.

 

Il tema della condizione giovanile e degli adolescenti è un tema sociale attuale, quindi oggetto di indagine e analisi sia nel campo scientifico che tra gli operatori sociali.

Tutti i report degli studi fatti concordano sull’incremento tra gli adolescenti di ansia, irritabilità, stress, disturbi del sonno, fino a casi che degenerano in autolesionismo.

Il mondo degli adulti è richiamato a ripensare: al modello educativo e alle proposte che gli si presentano.

Per questo sento la necessità di proporre come cultore della disciplina yoga, una opportunità per la crescita sana ed equilibrata degli adolescenti.  La disciplina Yoga.

Malgrado la grande popolarità  dello yoga, dimostrata dal numero sempre più in aumento di praticanti yoga a livello mondiale, riscontriamo l’assenza di adolescenti nei corsi yoga presso centri specializzati.

Sappiamo che gli adolescenti generalmente vivono una insoddisfazione nei confronti della loro vita. Manifestata attraverso Ansia -Panico- Fobia Sociale.

L’osservatorio IRPPS (istituto ricerche popolazione politiche sociali) -CNR ha rilevato che gli adolescenti  che presentano Bassa Autostima sono passati dal 24,7%  pre -pandemia al 34,1%.  Solo 3 su 10 dei rispondenti al sondaggio si sono dichiarati esenti da disagi psicologici.

Queste difficoltà sono legate principalmente alla fase di crescita dell’adolescenza. Poiché non sono più bambini ma, non sono ancora adulti, tuttavia sono chiamati a confrontarsi con cambiamenti fisici – fisiologici – emotivi – psichici.

Il compito evolutivo dell’adolescenza è la soggettivazione – è quello di costruire un sé autonomo. Questo avviene attraverso un percorso composto da alcune fasi:

  • Definire il rapporto con il proprio corpo
  • Definire il rapporto con se stesso
  • Definire il rapporto con gli altri(famigliari, amici, e altri adulti)
  • Confrontarsi con degli ideali – immaginarsi un futuro
  • Creare la propria autostima
  • Creare la propria autonomia

Lo yoga concepisce la persona nella sua interezza, intesa come corpo, funzioni fisiologiche, emozioni, mente e anima.

Grazie alla nostra pluriennale esperienza nel campo della disciplina yoga, riteniamo che lo yoga rappresenta per un adolescente lo strumento in grado di permettergli una interazione completa delle energie del corpo, delle sue emozioni, della mente del proprio sé.

 

 

L’auto Osservazione  – L’auto Educazione  sono alla base della disciplina yoga. In cui ognuno è accompagnato ad essere responsabile e artefice della propria condizione, maturando così un modo di pensare ed agire consapevole e sano.

Psicologicamente lo yoga rappresenta l’aiuto per affrontare;  Ansie – Paure – Problemi di cambiamento. Poiché la disciplina yoga opera concretamente su tutti gli aspetti della persona; Corpo, Emozioni, Mente e Coscienza

1- Opera attraverso le asana sulà Corpo (muscoli, organi, colonna vertebrale) –sviluppando così il rapporto con il proprio corpo

2- Opera attraverso la respirazione sulleà Emozioni- sviluppando così il rapporto con se stesso

3- Opera attraverso la concentrazione e meditazione sullaà Mente (serenità) – sviluppando così la propria consapevolezza e autonomia

 

Il clima di fiducia e di libertà delle lezioni di yoga, in assenza di giudizio e prestazioni competitive, favorisce un  risveglio rispettoso della propria personalità, un vero e proprio percorso educativo volto a valorizzare l’interiorità e la presa di coscienza di sé stessi. In tal modo progressivamente l’adolescente è portato ad orientare con naturalezza l’attenzione anche dentro di sé. L’ascolto di sé diventa così un modo per riconoscere ed autogestire al meglio emozioni e stress.

 

 

Lo yoga non è solo una serie di posizioni da assumere in modo perfetto, ma è una possibilità da scoprire, una possibilità che è già presente in ognuno di noi, e che va lasciata esprimere, poiché lo yoga è una via graduale di profondo rispetto dei propri limiti. Le posizioni yoga vanno “com-prese”, perché nel momento in cui comprendo quella posizione comprendo me stesso. Ma c’è bisogno di tempo, dobbiamo darci tempo. Non esiste il tutto e subito nello yoga.

Le posizioni yoga a corpo libero vanno respirate, in quanto nello yoga il respiro è il cuore della pratica. I limiti, più che superati, vanno affrontati gradualmente, così da superarli, attraverso il respiro sono trasformati in opportunità che fanno emergere il nostro potenziale.

Praticare yoga significa attraversare le soglie del proprio essere grazie al respiro, andando a sciogliere tutte le varie ipotesi di ciò che siamo, i nostri schemi mentali, i pregiudizi, passando dal “fare” all’essere.

Benefici dello yoga negli adolescenti

  • Maggior consapevolezza del proprio corpo
  • Favorire la capacità di osservazione interiore.
  • Creare le condizioni per potenziare l’autostima e la fiducia in se stessi.
  • Nutrire i fondamentali principi per una vita di benessere, in pieno rispetto e stima di sé e degli altri.

Y.M. Arjun Yogi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto