fbpx

PARAVIDYA

La sete di conoscenza che ci ha portato sul sentiero yoga per un ben definito obiettivo.Vogliamo liberarci da tutte le difficoltà e i dolori della vita e da tutte le sue bassezze, conquistare la liberazione e la felicità eterna. Questo obiettivo si conquista solo acquisendo Paravidya, la Conoscenza Cosmica. Questa è l’unica conoscenza che ci libera da tutto quello che è legato ai sensi, alla mente e all’ego, ci libera dalla paura, da angoscie da tutte le limitazioni di questo mondo di relatività, e apre le porte ad una autentica libertà.

 

Paravidya di Sw  Chidananda
 
            Splendenti Divinità !  Immortale Atma-swarupa-jijnasu ! Jijnasu significa colui che ha sete di conoscenza. La Conoscenza Finale, che porta l’individuo avanti e lo libera dalle limitate esperienze della coscienza corporea o dalla coscienza di nome e forma e gli concede la Conoscenza Cosmica, è conosciuta come
Paravidya o la conoscenza più elevata.  Questa più alta conoscenza dovrebbe essere chiaramente separata dalla conoscenza inferiore che riguarda solo le cose che sono all’interno dei confini di tempo e spazio . Quest’ ultima conoscenza delle cose che sono limitate entro i confini di tempo e spazio è quindi finita e temporanea, non è eterna, è la conoscenza più bassa, e al meglio può aiutarvi nell’avere una vita confortevole di convenienze fisiche, di soddisfazione sensoriale, e di un temporaneo e parziale esaudimento dei desideri. Non ha il potere – le cose limitate e finite non hanno il potere di liberare dall’angoscia e dalla paura, di liberare da tutte le limitazioni e le imperfezioni che fanno parte di questa vita limitata, questa conoscenza relativa , quidi inferiore, è costretta tra nascita e morte, fame e sete, gioia e dolore, e dalle sempre mutevoli esperienze derivanti dai sensi. Coloro che cercano la conoscenza che è al di là di questa conoscenza relativa, sono I veri yogi, gli aspiranti di Paravidya o la Conoscenza più elevata che alla fine concede la libertà da schiavitù, paura e angosce. Questa più elevata Conoscenza vi concederà l’esperienza della vostra reale identità, del vostro vero Sé, che è al di là dell’apparente, limitato sé( ego). Paravidya conferirà perfezione e beatitudine assoluta,  una pace che oltrepassa ogni comprensione, e una libertà da tutte le limitazioni.
            
Paravidya non serve soltanto a conoscere, ma anche per poter agire. Non è semplicemente acquisire informazioni, ma molto più importante per mettere in uso queste informazioni trasformandole in azioni. Poiché Paravidya è la scienza dello Yoga, e lo Yoga è una scienza pratica che deve essere applicata nel vivere la vita. Sin dall’inizio ogni aspetto dello yoga è conoscenza impartita per essere convertita in pratica( abhyasa). Lo Yoga è una scienza pratica per la realizzazione del sè. Abhyasa( pratica) è l’essenza di questa sciena. Come seri praticanti yoga ricordate sempre il concetto di abhyasa: Imparate per fare, per agire, per vivere.

Buona pratica  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su