fbpx

3- Manipura Chakra

…Continua…

Conoscere i Chakra significa conoscere se stessi

MANIPURA  CHAKRA

Colore:  GIALLO
Elemento: FUOCO
Suono: A (come in padre)
Bija Mantra: RAM

 

Manipura Chakra collocato al centro dell’addome, è chiamato anche Plesso Solare in quanto centro energetico dell’organismo. Dalla terra all’acqua al fuoco, il nostro viaggio continua. Il I° Chakra ci ha dato solidità, stabilità e forma e abbiamo conosciuto l’unità.

Da queste basi siamo passati al secondo Chakra ed abbiamo conosciuto la differenzail cambiamento e il movimento. Qui abbiamo abbracciato la polarità e abbiamo scoperto le passioni. Siamo andati oltre i semplici istinti di sopravvivenza, verso il desiderio e la fusione con l’altro.

Quando uniamo materia e movimento, scopriamo che essi creano un terzo stato, l’energia. Se sfreghiamo fra di loro due sassi, alla fine scoppia una scintilla in grado di accendere un fuoco, si attiva il processo denominato combustione. Nel corpo, ha invece a che fare con il metabolismo. Psicologicamente si lega alla scintilla dell’entusiasmo che accende il potere della volontà.

Scopo di Manipura chakra è la trasformazione, come il fuoco trasforma la materia in luce e calore, il terzo chakra trasforma gli elementi passivi della terra e dell’acqua in energia dinamica e potere. Il movimento ascendente dell’energia trae la forza grazie al movimento di Manipura Chakra.

Se dobbiamo risalire lungo tutti e sette i Chakra, è il fuoco della volontà ad alimentare il movimento. Grazie alla volontà riusciamo a liberarci dagli schemi prefissati e a creare un nuovo modo d’essere.

Grazie alla nostra volontà si possono compiere azioni difficili o pericolose, muovendosi verso qualcosa di nuovo. E mentre compiamo queste azioni, iniziamo a trasformarci, ma il primo passo consiste nello spezzare i vecchi schemi. In tal senso lo scopo del 3° Chakra consiste nel superare l’inerzia.

La parte più difficile è l’inizio, una volta attizzato il fuoco, esso brucia più facilmente, basta solo alimentarlo. Una volta superata l’inerzia fino al punto in cui l’energia viene prodotta senza fatica, il 3° Chakra  e inizia a produrre energia con minore sforzo e volontà.

Il fuoco è l’influenza trasformatrice che può distruggere la forma e liberare energia. Il sole è un esempio primario di fuoco trasformatore e potrebbe essere definito un terzo Chakra macrocosmico.

I Chakra sono tutti aspetti interdipendenti. Non agiscono separatamente. Infatti non possiamo separare l’energia dal movimento così come non possiamo separarla dalla massaMassa, movimento ed energia sono tre qualità inseparabili del mondo fisico.

I primi tre Chakra rappresentano una trinità di principi fondamentali che governano il nostro corpo fisico.  Insieme essi formano il processo di causa ed effetto, che ci dà l’energia necessaria per l’attività.  Senza una riserva di energia non abbiamo potere.

Tuttavia l’energia da sola non è sufficiente a creare potere. E’ per questo che l’energia deve essere canalizzata.

E’ la corrente discendente della coscienza a dare uno scopo a questa energia. E’ l’intelligenza a formare l’intenzione che regola la volontà e indirizza l’attività. In questo modo la corrente discendente dà forma, mentre la corrente ascendente dà energia. Solo quando le due cose si combinano abbiamo potere.

Entrare in questo Chakra significa abbracciare il potere interiore che proviene dall’integrazione dell’energia corporea con l’intelligenza conscia. In questo modo diventiamo veri agenti di trasformazione.

Come indica il nome di plesso solare, si tratta di un Chakra focoso e solare, che porta luce, calore, energia e potere. Rappresenta l’azione, la volontà, la vitalità.

In corrispondenza col fuoco e la combustione, il 3° Chakra regola il sistema Metabolico, ed è responsabile della regolazione e della distribuzione dell’energia metabolizzata in tutto il corpo. Questo avviene attraverso la combustione della materia (cibo) in energia (azione e calore). L’apparato digerente è parte importante di questo processo e rappresenta un barometro per la salute di questo chakra.

Il sovrappeso, in generale, può indicare una disfunzione del 3° Chakra, perché indica che il corpo non metabolizza adeguatamente la materia solida (cibo) in energia.

L’energia e il fuoco del nostro corpo riflettono la capacità di combinarsi con gli elementi circostanti perché il fuoco è un processo di combinazione e combustione. Se non siamo in armonia con i primi due Chakra, con il nostro corpo e le nostre basi, le nostre passioni e i nostri piaceri, abbiamo poco combustibile per il nostro fuoco.

Questo Chakra è  anche collegato con l’autostima, che rafforza la nostra volontà. Se la nostra volontà è buona, anche la nostra autostima viene potenziata.

Manipura chakra  presiede all’attività digestiva (trasformazione), quindi è connesso sia alla salute che ai disturbi degli organi addominali come; Diabete, Ipoglicemia, Ulcera, Gastrite, Disturbi digestivi.

Riassumendo le parole chiave di  Manipura Chakra sono:

  • Volontà
  • Energia
  • Meotabolismo
  • Trasformazione
  • Autonomia
  • Potere
  • Autostima

Alcune asana per rafforzare Manipura Chakra:

  • Uddiana Bhanda
  • Pavana Muktasana 
  • Navasana
  • Marichyasana II
  • Ardha matsyendrasana
  • Supta Virasana

M.to Felice Vernillo

….Continua…Anahatha Chakra…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su